SCENE DA UN MATRIMONIO

TITOLO ORIGINALE Scener ur ett äktenskap
ANNO 1973
PAESE Svezia
REGIA Ingmar Bergman
GENERE Drammatico
ATTORI PRINCIPALI Liv Ullmann, Erland Josephson, Bibi Andersson, Jan Malmsjö
DURATA - FOTOGRAFIA 163' - a colori
PRODUTTORE DVD BIM - QMedia per Ciak per La Cineteca Repubblica L'Espresso ("Cineclub" - n.12)
Scene da un matrimonio (Scener ur ett äktenskap) - Ingmar Bergman (Liv Ullmann)

 

 

Scene da un matrimonio (Scener ur ett äktenskap) - Ingmar Bergman
Scene da un matrimonio (Scener ur ett äktenskap) - Ingmar Bergman (Bibi Andersson)
Scene da un matrimonio (Scener ur ett äktenskap) - Ingmar Bergman (Liv Ullmann)
Scene da un matrimonio (Scener ur ett äktenskap) - Ingmar Bergman

 


Punteggio assegnato al film: ****
Punteggio complessivo assegnato al dvd (edizione e film): ***
Punteggio Claudio Colombo Cinetop: ****
Punteggio assegnato da voi: ***½
 Scener ur ett šktenskap
(1973) on IMDb

Recensione del 5/6/2005

 

 

Qualità video: accettabile. L'originale, destinato alla televisione, è stato restaurato nel 2002.
Qualità audio: la traccia svedese è chiara. La valutazione riguarda sostanzialmente i dialoghi (non c'è musica), la cui ripresa non è di qualità costante.
Lingue: Svedese e Italiano 2.0 Dolby Digital (Dual Mono)
Sottotitoli: italiano (non escludibili con la versione audio svedese)
Formato video: 1.33:1  4/3 (ricordo ancora che la destinazione originale era la televisione)
Extra significativi: breve intervento di Piera Detassis, direttore di Ciak.

Ho acquistato il dvd in edicola. Non sono riuscito a capire se l'equivalente per i negozi sia attualmente in catalogo. La durata di questa versione è di 163'. La Detassis e altre fonti parlano di 155' per la versione cinematografica, mentre quella televisiva, originariamente tagliata in sei episodi (suddivisione conservata qui) dura quasi 5 ore.

 



COSA MI E' PIACIUTO: altro che Dario Argento, questo sì che è un film dell'orrore. Perché il matrimonio secondo Bergman è un incubo, e dei peggiori: come nei sogni più spaventosi, infatti, ti attira mostrando il suo volto migliore, ma poi improvvisamente cambia maschera. Chissà se è un caso, ma il matrimonio tra Marianne e Johan dura 10 anni, proprio come quello di Bergman con la sua quarta moglie, conclusosi 4 anni prima (1969) con il divorzio. I momenti più drammatici della vicenda, ovvero il litigio fra i due amici dei protagonisti, l'abbandono, e l'incontro per la firma delle carte per il divorzio, sono resi relativamente sopportabili (intendo dire non insopportabilmente coinvolgenti) solo dal fatto che si tratta di situazioni non nuove nel cinema di Bergman. In particolare il litigio del primo quadro ricorda molto quello della coppia di autostoppisti ne Il posto delle fragole. Nella versione cinematografica i due amici sono gli unici personaggi oltre a Marianne e Johan. Gli altri vengono coinvolti solo telefonicamente, o attraverso una lettera (l'amante di lui), o non compaiono affatto (le due figlie della coppia). Non ci si abitua mai del tutto alla violenza con cui i personaggi dei film di Bergman si scagliano reciprocamente addosso ogni genere di verità, con una preferenza particolare per quelle indicibili. Josephson e soprattutto la Ullmann sono prodigiosi. Nonostante la lunghezza, Scene da un matrimonio non è mai noioso.

COSA NON MI HA CONVINTO: la riduzione dell'originale per ottenere questa versione ha lasciato qualche cicatrice: la sutura è quasi sempre evidente.

CURIOSITA': da una relazione con Liv Ullmann, Bergman, che è stato sposato 5 volte ma non con l'attrice norvegese, ha avuto uno dei suoi nove figli. Insomma, quando parla di problemi famigliari, forse è il caso di starlo a sentire. Da parte sua Liv Ullmann è sì norvegese, ma è nata... a Tokyo!

Ho visto Scene da un matrimonio in svedese con i sottotitoli in italiano.


Questo film su Amazon.it
Ingmar Bergman su Amazon.it

 

 

 

 

FILM:
REGISTI:
ATTORI:

 

                                                                                                                         

 

 

Nota sulle immagini