5.
CINQUETERRE - CARRARA

77,1 km - disl. 618 m

 

Mappa realizzata grazie a Google Maps

 

Dopo una buona prima colazione consumata su una terrazza sul mare (no Fred, non era rotonda), completo, a mo' di enjambement cicloturistico, l'itinerario di ieri, percorrendo gli 8 km che mi dividevano dalla Spezia. Per chi viene dalla strada che ho fatto io, non ci sono cartelli che lo segnalino, ma per puntare verso Portovenere bisogna svoltare a destra di quasi 180 gradi. La strada poi piuttosto ondulata, e alla fine diventa un occhiello a senso unico. Portovenere assolata e quasi affollata di turisti. Al ritorno, secondo fugace passaggio dalla Spezia e approdo a Lerici. Comincia ad addensarsi un po' di nuvolaglia alta. Non minaccia pioggia, ma rovina la luce. La mia salita verso Tellaro ha vita breve: dopo un paio di km c' un cartello che vieta il transito alle biciclette, a causa di grossi lavori. In questi casi, in Italia, questi cartelli vengono sempre messi a ridosso dell'interruzione, non all'inizio della strada. Risalgo, per una rampa breve ma assai erta, verso Sarzana, e poi imbocco la strada della Bocca di Magra, che trafficata com' sono sicuro che un centinaio di volte pi pericolosa di quella a cui mi hanno negato l'accesso. A Marina di Carrara svolto per Carrara dove trovo un albergo il cui titolare si chiama Claudio Colombi. Il Duomo molto bello, ma io butterei gi la casa che fronteggia la facciata marmorea. Cos uno spreco: se avete presente il Duomo di Orvieto, quello di Carrara ancora pi sacrificato.

 

 

TAPPA N. 6 CICLOGIRO 2011 TUTTI I CICLOGIRI HOME PAGE